Come ritornare in forma a Settembre: Finite le vacanze, moltissimi sono in vena di buoni propositi.

Come ritornare in forma a settembre

Fra questi senz’ altro c’è la volontà di rimettersi in forma per vedersi un po’ meglio a livello fisico dell’ Estate appena passata.

L’ errore che ahimè vedo sempre più spesso fare, è annullare totalmente le proprie abitudini e come un/una prode guerriero/a ci si dedica anima e corpo a distruggersi e/o punirsi facendo alimentazioni da lager nazista e allenandosi come dei pazzi furiosi fino a distruggersi sia fisicamente che mentalmente.

SBAGLIATO!

Per quanto una persona possa essere motivata a dare una svolta alla propria vita attraverso la pratica del Fitness, rimettersi in forma a Settembre, non significa che lo devi fare….entro Settembre!

Anche perché QUALSIASI gesto eroico ha vita breve e ancor prima della fine di Settembre troverai scuse e giustificazioni per tornare di punto e accapo al punto di partenza, se non addirittura…PEGGIO!


Eccoti una lista di errori da NON FARE ASSOLUTAMENTE, poi passiamo alle soluzioni più ovvie e logiche:

1. LA RICERCA SUL WEB DELL’ ALLENAMENTO PIÙ EFFICACE PER PERDERE PESO

come ritornare in forma a settembre

Non esiste caro/a lettore/trice un allenamento che a differenza di altri ti metta un boost metabolico tale da essere considerato veloce (come lo intendi tu). Il tuo corpo ha raggiunto una certa percentuale di grasso con (pessime) abitudini radicate in anni e anni, siamo infatti legati agli equilibri che abbiamo dato col tempo al nostro corpo e non esiste pratica di poche settimane e/o mesi che ti possa in maniera DEFINITIVA far assomigliare al tuo ideale di fisico.

come ritornare in forma a settembre

Lascia stare superserie, tecniche di intensità, sedute estenuanti di cardio, o peggio ancora, la ricerca spasmodica del SUDORE A TUTTI I COSTI.

Il sudore in passato ti ha accompagnato in un percorso di dimagrimento? Lo so perfettamente, ne parlo QUI ma è illusorio alzare la temperatura del corpo a tutti i costi pensando che il grasso si possa “bruciare” come in un pentolino sul fuoco e che possa evaporare con l’ attività fisica facendoti perdere peso.

Se ti alleni a corpo libero quindi, non vestirti troppo, lascia che il tuo corpo regoli la temperatura corporea senza ostacoli. Meno sei vestito/a e meglio è.

2. RICERCA SUL WEB O CONSIGLI DALL’ AMICO/A SULLA DIETA PIÙ EFFICACE PER PERDERE PESO

come ritornare in forma a settembre

Per quanto tu voglia ispirarti a qualcuno, tu abbia magari qualcuno vicino a te che vedi in forma, la SUA dieta è la SUA dieta e NON PUÒ ESSERE LA TUA!

Ma questo non significa assolutamente che non puoi trarre spunto da come si comportano i tuoi modelli di riferimento.

Al di là di quello che mangiano, come lo mangiano e QUANTO ne mangiano, come svolgono la loro giornata? Quanto stanno sedute/ferme o si muovono? Come occupano il proprio tempo libero?

Non campare la scusa che non hai tempo, chi dice questo in realtà non si prende il proprio tempo. Ripercorri tutte le tue attuali perdite di tempo, vedrai quante ore libere in realtà hai durante il giorno. Ma su questo ci torniamo dopo.

Conosco mamme (di più figli), donne in carriera, operai,  pendolari, piloti di linea e tutta una serie di tantissime categorie di persone che il “non ho tempo” lo hanno trasformato col tempo. Il dire che non hai tempo, te ne toglie automaticamente. È il concetto del bicchiere mezzo vuoto, finchè lo vedi così, non risolverai niente!

 

 

3. METODI PASSIVI DI PERDERE PESO

come ritornare in forma a settembre

Non esiste in commercio, nè già inventato nè da inventare, nessun apparecchio che possa fare movimento al posto tuo. Il dimagrimento avviene attraverso la contrazione VOLONTARIA dei propri muscoli, questo per tutta una serie di processi neuromuscolari che fanno si che avvengano i processi catabolici (ai danni del tessuto adiposo).

catabolismo:= DEGRADAZIONE; se vuoi che il tuo grasso si “sciolga” (parlo volutamente la tua lingua, anche se sto bestemmiando in realtà, ma facciamo che ci siamo capiti), i muscoli si devono attivare VOLONTARIAMENTE e non passivamente come promettono elettrostimolazioni, creme dimagranti o tutte quelle diavolerie che ti promettono centimetri e centrimetri persi mentre guardi Netflix o sei seduto/a in ufficio.


Potrei andare avanti all’ infinito con gli errori più comuni, ma non è un articolo di denigrazione, tantomeno un vademecum alla rovescia (del tipo “sei uno/a stupido/a visto che fai queste cose).

Eccoti quindi dopo 3 errori più comuni, 3 soluzioni più EFFICACI che poi ti daranno il via a tutto il tuo percorso di dimagrimento a lungo termine che ti porterà la prossima Estate a toglierti quel pareo o quella maglietta con orgoglio davanti ai tuoi amici che ti chiederanno come tu abbia fatto (e tu che sei consapevole che non ci sono formule magiche potrai essere di aiuto a molti di loro divulgando informazioni SERIE e non proponendo le boiate alle quali ci spingono CONTINUAMENTE a credere)


1.ANALIZZA LA TUA ALIMENTAZIONE ATTRAVERSO LA STESURA DI UN DIARIO ALIMENTARE REALISTICO E DETTAGLIATO

Cosa mangi? Quanto ne mangi? Quando lo mangi? ecc…..

“Noi siamo quello che mangiamo” non è un detto che ho inventato io, ma rispecchia in tutto e per tutto il 1° step obbligato per avere la REALE consapevolezza su quelle che sono le nostre abitudini alimentari. Ovviamente non “barare”, se finora la tua alimentazione è stata di pizza, bibite gassate, dolciumi e condimenti a iosa, durante questa prima fase non andare avanti a insalatine, cibo in bianco e poco altro. Sii realista con te stesso/a e segna TUTTO, sia cosa che le quantità PESANDO prima di cuocere.

Può essere una pratica noiosa, lo so benissimo ma come sarai superconcentrato/a nel controllare quotidianamente il tuo peso sulla bilancia, fallo anche con i tuoi cibi. Che tu poi voglia cimentarti nell’ autogestione alimentare o farti seguire da un professionista (cosa che comunque ti consiglio), sono dati che ti serviranno o che ti verranno richiesti (sempre se dall’ altra parte hai una persona competente e seria…sorvoliamo questo aspetto). Se contatti un (serio) professionista chiedendogli di accompagnarti nel/nella tuo/tua nuovo/a te, dovrà sapere DOVE venirti a prendere. Bene, la tua situazione alimentare attuale è “la piazza di ritrovo”. Per questo sottolineo la necessità di serietà da parte di alcuni professionisti che dopo un fittizio colloquio iniziale propinano prestampati con diete uguali per tutti. Fortunatamente ce ne sono sempre meno, speriamo vadano presto a sparire. 

Come ritornare in forma a settembre

Una volta fatto questo diario che per regola dovrebbe contenere un’ intera settimana, meglio se 2 o 3, scaricati una bella app contacalorie. Ce ne sono di tutti i tipi sia per Android che per IOS, da FatSecret a MyFitness Pal, da LifeSum a……quella che più ti piace VA BENISSIMO!

Impara ad usarla (sono più che intuitive, non serve una particolare conoscenza tecnica) e annotati calorie e macronutrienti che raggiungi.

Monitora quotidianamente il tuo peso e vedi di quanto sale (in media) alimentandoti così come analizzato. Fai poi le tue considerazioni (o falle fare da chi ti segue/ti seguirà).

Se vuoi saperne di più su una prima autogestione della tua alimentazione scopri il mio libro

2.CAMBIA LE TUE ABITUDINI

Sai perchè chi smette di fumare per prima cosa ingrassa? Perchè la vita non ammette vuoti e un’ abitudine abbandonata ha bisogno di un’ altra direttamente proporzionale al grado di soddisfazione. Questo ti stia a significare che non puoi far “entrare” nel tuo quotidiano abitudini come allenarti, prendere le scale, fare camminate, cucinare in una certa maniera, prepararti dei pasti prima di uscire di casa, ecc…..se non abbandoni altre abitudini. ECCO LA QUESTIONE DEL “NON HO TEMPO”. Devi fare delle rinunce, che tu lo voglia o no. Ma siccome stai rinunciando a CATTIVE abitudini, non vederle come “sacrificio” bensì come un “tagliare i rami secchi” della tua quotidianità. Non ti porteranno mai nè frutti nè altro: perchè tenerli???????

Come ritornare in forma a settembre

Scegli le scale al posto dell’ ascensore, mastica più a lungo, diminuisci (senza toglierlo….non fare sta cavolata) il sale e riscopri il sapore dei cibi, rinuncia a qualche “uscita mondana” (fatta solitamente di alimenti e bevande fuori luogo), iscriviti in una palestra o ritaglia uno spazietto del tuo soggiorno con attrezzatura per allenarti. Se lo vuoi VERAMENTE otterrai i risultati che cerchi, se credi che tutto possa essere ricondotto a “mangiare meno”, fai pure: quando poi ricomincerai a mangiare (e lo farai, credimi…) non solo riprenderai tutti i kg persi ma….QUANTO PENSI DI POTER STARE SENZA MANGIARE E FARE LE COSE VERAMENTE IMPORTANTI DELLA TUA VITA? (come badare ai figli, stare concentrato/a a lavoro, coltivare hobby con i tuoi amici, ecc….ecc…..) Sarai uno zombie ambulante sempre a frustarsi l’ anima con i tuoi “non posso”, “non devo”, ecc….

3.DATTI DEGLI OBIETTIVI SEMPRE MAGGIORI

Che tu scelga di farti seguire o di fare da te (soldi, organizzazione, volontà, conoscenze, fiducia, ecc…..non sono qui a dirti cosa sia meglio). Poniti degli obiettivi sempre maggiori.

NON ACCONTENTARTI MAI!

Come ritornare in forma a settembre

Hai “sgarrato” 3 volte la scorsa settimana? Prova a stare una settimana con soli 2 sgarri.

Hai fatto 30 piegamenti sulle braccia prima di andare a letto? Domattina fanne altrettante appena ti svegli.

Hai fatto una passeggiata che ti ha portato a 2km da casa dopo cena? Domani prova a spingerti un po’ più in là (non 10km, a quelli ci arriverai poi…).

Il tuo peso non si schioda da 2 settimane? Cambia qualcosa secondo le tue conoscenze o secondo i tuoi attuali parametri di riferimento. Se non hai abbastanza competenze per sbloccare una situazione di stallo, non avventurarti in pratiche di digiuni o aumentando i tuoi allenamenti come durata o frequenza, contatta un professionista o leggiti la pagina 237 del mio libro


Non cadere nella trappola della fretta, perdere peso (e non muscolo….impara a considerare la bilancia come un numero generico, ma anche togliendoti la maglietta perdi peso…capito?) richiede tempo e dedizione. NON DEVI SACRIFICARE LA TUA VITA, devi cambiare rotta facendo entrare le nuove abitudini abbracciandole e non tirandole per i capelli…

 

 

 

 

Ci Whatsappiamo?
INVIA
Torna su